Riabilitazione di un Haffir nel Darfur Settentrionale, Sudan

La scarsità di acqua per bere e cucinare, coltivare e abbeverare gli animali rimane uno dei problemi principali in tutto il Sudan.

Nel Darfur settentrionale in particolare, l'acqua freatica (sotterranea) è la principale fonte idrica, spesso sfruttata attraverso pozzi scavati a mano e dotati di pompe manuali o gestiti come riserve d’acqua superficiali, attraverso l’uso di generatori a benzina.

Ma l'aumento della popolazione umana e animale, subordinata alla rotta migratoria del bestiame, i costi e il reperimento del carburante per i generatori e la diminuzione dei punti d'acqua causata dal cambiamento climatico, hanno fatto sì che la domanda di acqua per uso domestico, agricolo e zootecnico sia più elevata dell'acqua effettivamente disponibile.

Una possibilità per integrare i pozzi poco profondi, sono gli impianti per la raccolta delle acque superficiali come dighe e HAFFIR (una sorta di stagno artificiale), presenti tuttavia in un numero altrettanto ridotto, situazione che aggrava ancora di più il problema. Nei luoghi in cui esistono, dighe e haffir sono spesso lontani dai luoghi di residenza della popolazione, sono state interrate con il tempo o hanno una capacità limitata di immagazzinare quantità adeguate di acqua per tutto l'anno.

Il presente intervento ha come obiettivo il miglioramento dell’accesso all’acqua potabile (in quantità e qualità) della popolazione di Um Keddada, attraverso la riabilitazione dell’haffir situato nella località stessa, ed il rafforzamento della comunità nella gestione delle proprie risorse idriche, attraverso training e formazioni.

Gli haffir costituiscono una buona alternativa alle dighe, in quanto possono fornire acqua per un lungo periodo, a seconda della capacità del bacino. Si tratta di scavi artificiali operati nel tempo dall’uomo, in cui le acque superficiali di scorrimento confluiscono durante la stagione delle piogge per essere immagazzinate e utilizzate durante la stagione secca. Gli haffir sono divisi in tradizionali e standard, a seconda del periodo in cui sono stati scavati. Gli haffir tradizionali possono risalire anche a più di cento anni fa; gli haffir standard invece sono stati sviluppati più di recente, utilizzando un moderno design ingegneristico. Poiché l’acqua dell'haffir è utilizzata per il consumo, sia da parte degli esseri umani, che dagli animali, deve essere recintato per proteggere l'acqua dall'ingresso incontrollato del bestiame.

È prevista inoltre una sessione di formazione per il Comitato per l'utilizzo delle risorse idriche e della gestione dei punti d'acqua.

I beneficiari diretti sono 597 famiglie, ovvero 3.582 persone, provenienti da 11 villaggi della località di Um Keddada; circa 7.000 capi di bestiame (bovini, caprini, ovini e cammelli); 10 membri del comitato di gestione dell’haffir.

 I Beneficiari indiretti sono le comunità limitrofe.

Il progetto prevede il paternariato tra COOPI Suisse e COOPI Sudan, e si avvale del coinvolgimento del Dipartimento del Servizio Idrico Rurale del Darfur Settentrionale (State Water Corporation). Questa unità amministrativa locale, mette a disposizione i tecnici in grado di elaborare e organizzare le sessioni di formazione e inoltre, contribuisce al coordinamento dei lavori di ristrutturazione, partendo dalla stessa

Il progetto si svolge dal 01.01.2019 al 30.06.2019

Periodo di attività

2019

Ultime news
Ultimi eventi
Ultime campagne
  • 3 CHF AL MESE

    3 CHF AL MESE

    Con 3 chf al mese porti benessere, cibo e sicurezza ai bambini della Sila La

  • Amico di COOPI Suisse

    Amico di COOPI Suisse

    Gli Amici di COOPI Suisse cambiano la storia: portano cibo, acqua, sicurezza e istruzione Grazie

Ultime su formazione
  • World Peace Forum 2018

    World Peace Forum 2018

    Il World Forum per la Pace è un evento annuale che aggrega varie associazioni del

  • USI Career Night 2017

    USI Career Night 2017

    COOPI Suisse ha partecipato attivamente alla Notte Bianca delle Carriere, evento organizzato dal Career Service dell’Università della

Guarda anche