Progetto Libano 2014


Sostegno ai profughi siriani in Libano

Beneficiari: oltre 37.000 persone, rifugiati siriani fuggiti dal conflitto.

I rifugiati in Libano, circa 1.200.000 registrati e censiti dall’UNHCR, sono distribuiti sull’intero territorio libanese, con la più grande concentrazione di rifugiati registrati nella Valle di Bekaa (38%) e nel Nord del Libano (27%). La maggior parte dei rifugiati vive o in case in affitto o ospitati da famiglie libanesi, solo il 15% di loro vive in centri collett
ivi o in tendopoli.

L’affluenza dei rifugiati siriani in Libano
ha messo ulteriormente sotto sforzo le risorse del paese come l’acqua, già scarsa in molte parti del Libano, così come gli impianti idrici e
igienico-sanitari. Il risultato di ciò è l’incapacità dei comuni libanesi nel riuscire a soddisfare tutti i bisogni.

Gli interventi COOPI nella città di Beirut e nella regione dei Monti Lebanon, hanno avuto come obiettivo proteggere le famiglie siriane dall’ arrivo della stagione invernale (mediante l’isolamento termico delle abitazioni, la distribuzione di stufe, coperte e abiti), la creazione di cliniche sanitarie mobili, con particolare attenzione alla vaccinazione dei bambini, e il miglioramento delle condizioni igieniche con la costruzione di latrine, la potabilizzazione dell’acqua e campagna di sensibilizzazione.

Nello specifico, COOPI Suisse ha contribuito alla distribuzione di materiale e indumenti per la preparazione ai mesi invernali, di kit per isolare le tende, facili da montare, i quali danno la possibilità di creare un isolamento interno alla tenda sollevando il pavimento e impermeabilizzandolo. In aggiunta alle famiglie è stato fornito un secondo kit per rinforzare le tende e operare delle riparazioni per ripararsi dalla pioggia.

 

Rispondi